Copyright © 2019 Saggion-Paganello

All rights reserved

Fammi una domanda.

 

Ritagliando porzioni di viaggi, riflessi di tempo e di luoghi differenti, creiamo sinestesie che ci

raccontano partendo da significanti parziali. Siamo sempre stati e senza essere tempo.

Siamo immagini che sono presenze di noi. Come a dire noi siamo al di là di tutto quello che

componiamo. Del perché.

E adesso?

Sarà una domanda che mi farai.

 

 

By tracing portions of journeys, reflections of time

and different places, we create synaesthesies that

tell us starting from partial signifiers.

We have always been and without being time.

We are images that are presences of us.

As if to say we are beyond what we compose.

Of why.

And now?

It will be a question you will ask me.

 

Goldfish

 

Come in un sacchetto, come in una bolla. Guardiamo e siamo guardati da sogni sfocati di intimità.

L'acqua andrebbe parzialmente cambiata con regolarità. Manca sempre un punto in questa storia.

Pensa se ogni giorno un uomo dovesse cercar di uccidere la luna. La luna scappa. Ma pensa se ogni giorno uno dovesse cercar di uccidere il sole. Siamo nati fortunati. (Hernest Hemingway)

Ciò che tocchi è oro. Ciò che ami muore.

 

 

Like in a bag, like in a bubble. We look and we are watched by blurred dreams of intimacy. The

water should be partially changed regularly. A point in this story is always missing.

Think about whether every day a man should try to kill the moon. The moon escapes. But think about whether every day one should try to kill the sun. We were born lucky.(Hernest Hemingway)

What you touch becomes gold. What you love dies.

 

 

 

GALLERY

CV

CONTACTS

SAGGION-PAGANELLO